Antigone

Trovo che è un bel banco di prova per un attore fare dei personaggi brevi ma intensi, tali da considerarsi coprotagonisti, come Tiresia. Ogni attore dovrebbe farne di questo tipo. Anche nell' intimità della propria stanza. È come un’espansione di coscienza. Una totale immersione nella capacità intuitiva dell’attore. Senza quest’esperienza non si è appreso abbastanza.
< torna all'archivio

Spettacoli correlati