Mestiere di padre

1974-1975 di R.Viviani Quando fui scritturato, non ero contento. Mi sembrava un ritorno a un teatro ormai vecchio. È stata invece la mia più grande esperienza formativa nel comico. La Compagnia era composta da personaggi indimenticabili che fanno parte della storia del teatro napoletano: la regia era di Vittorio, il figlio di Raffaele Viviani e i protagonisti erano Nino Taranto e Dolores Palumbo. Quanto ho imparato recitando con loro! Dominavano il palcoscenico con una sicurezza, una padronanza dei tempi comici e una percezione degli umori del pubblico in sala che non dimenticherò più. Anche perché Dolores mi dette una lezione di teatro che ancora mi brucia: un giorno mi rimproverò perché non l’avevo ringraziata per degli applausi che prendevo ad una mia battuta. Le risposi in maniera arrogante, mi illudevo - ingenuamente - che il merito fosse tutto mio. Lei non disse nulla, ma da allora in poi l’applauso non arrivò più! Finché non capii che era tutta una questione di ritmo: Dolores mi porgeva una domanda con una certa intonazione e io rispondevo con la battuta fatidica che doveva suscitare la risata e l’ applauso. Cambiati , sia pur impercettibilmente, il ritmo e  l’ intonazione della domanda, non funzionava più la mia battuta. Non le chiesi scusa, per l’arroganza che a volte è presente nei giovani, ma mi amava e stimava il mio talento (diceva lei) e tutto riprese a funzionare ! Umiltà è la parola da imparare.

Gallery

Dolores Palumbo Mestiere di padre Mestiere di padre Mestiere di padre
< torna all'archivio

Spettacoli correlati