Processo a Gesù

1963 di Diego Fabbri. Il talento, se lo si ha,  ti indica  la strada da seguire. La volontà non conta. Basta seguire il flusso inarrestabile della sua forza. Ci vuole coraggio e rinunciare al cordone ombellicale, dovunque nella mente si sia formato! È stato il mio primo lavoro professionale. Avevo 16 anni ma già le idee chiare sul mio futuro: raccontare le emozioni e le idee che mi premevano dentro e, attraverso la finzione teatrale, mettermi in gioco! La compagnia però non ha proseguito l’ attività, tranne A.M. Morelli, che negli anni è diventata una famosa costumista.
< torna all'archivio

Spettacoli correlati